Glossario dell'assicurazione sulla vita

A B CD E F ∙ G ∙ H ∙ I ∙ J ∙ K ∙ L M ∙ N ∙ O ∙ P ∙ Q ∙ R S T ∙ U ∙ V ∙ W ∙ X ∙ Y ∙ Z

  • Capitale assicurato

  • Capitalizzazione

  • Carenza

  • Caricamenti / caricamento

  • Carta Verde

  • Certificato di assicurazione

  • Cessazione

  • Classe di merito

  • Coassicurazione

  • Codice assicurativo

  • Commissioni di gestione

  • Compagnia di assicurazione

  • Conclusione del contratto

  • Condizioni generali

  • Consulenti finanziari

  • Contratti collettivi

  • Contratti individuali

  • Contratto a distanza

  • Contratto di assicurazione

Capitale assicurato

Il "capitale assicurato" è l'importo che un'assicurazione si impegna a pagare in caso si verifichi un evento coperto dalla polizza. Questo valore è la somma che l'assicurato o i beneficiari riceveranno in base alle condizioni del contratto di assicurazione.

Nelle assicurazioni sulla vita, il capitale assicurato è la cifra erogata ai beneficiari all'occorrenza di eventi quali il decesso dell'assicurato.

Nelle assicurazioni sui danni, come quelle auto o casa, rappresenta l'importo massimo pagabile per i danni subiti.

Il capitale assicurato è determinato in base a:

  • Valore del bene o della persona assicurata.

  • Livello di copertura desiderato.

  • Premi dell'assicurazione: maggiore è il capitale assicurato, più alti saranno i premi.

  • Deducibili e franchigie: possono ridurre l'importo effettivo pagabile in caso di sinistro.

Scegliere il giusto capitale assicurato è cruciale per evitare di essere sottoassicurati o di pagare premi eccessivi.

Capitalizzazione

Nel contesto dell'assicurazione sulla vita, il termine "capitalizzazione" può essere utilizzato in modo leggermente diverso rispetto alla finanza in generale. Qui, può riferirsi a:

  • Capitalizzazione dei Profitti: Alcune polizze di assicurazione sulla vita, specialmente quelle di tipo partecipante (o "with-profits"), distribuiscono una parte dei profitti della compagnia assicuratrice agli assicurati sotto forma di bonus o dividendi. Questi possono essere capitalizzati, ossia reinvestiti nella polizza per aumentare il valore della somma assicurata o per aumentare il valore in contanti accumulato dalla polizza.

  • Polizze Capitalizzanti: Esistono polizze di assicurazione sulla vita capitalizzanti in cui i premi pagati dall'assicurato vengono investiti e i rendimenti generati vengono reinvestiti nella polizza. La capitalizzazione degli interessi e dei rendimenti permette alla somma assicurata o al valore di riscatto di crescere nel tempo. Questo tipo di polizza può essere particolarmente interessante per chi cerca di combinare protezione assicurativa con un meccanismo di investimento e risparmio a lungo termine.

  • Capitalizzazione come Meccanismo di Risparmio: In alcune polizze di vita universal o vita intera, una parte del premio va a formare un fondo che viene investito e sul quale vengono capitalizzati gli interessi. Questo fondo, che può essere detto anche "valore in contanti" della polizza, cresce nel tempo e può essere utilizzato dall'assicurato in vari modi (ad esempio come prestito, per pagare i premi futuri o come una componente del beneficio complessivo in caso di morte).

Quindi, nella sfera dell'assicurazione sulla vita, quando si parla di capitalizzazione ci si riferisce principalmente al reinvestimento dei rendimenti generati da componenti investitive della polizza, con l'obiettivo di accrescere il valore di questa nel tempo.

Carenza

Il termine "carenza" indica una mancanza o una insufficienza di qualcosa che è necessario o desiderato. Può essere utilizzato in diversi contesti, con significati leggermente differenti:

Economia e Commercio

  • Carenza di Merci: Una situazione in cui la domanda di un prodotto supera l'offerta disponibile.

  • Carenza di Lavoratori: Un deficit di lavoratori qualificati o disposti a lavorare in un determinato settore o regione.

Salute e Medicina

  • Carenza Nutrizionale: Una mancanza di nutrienti essenziali nella dieta che può condurre a vari problemi di salute.

  • Carenza di Personale Sanitario: Mancanza di personale medico in una determinata area geografica o specializzazione.

Risorse e Ambiente

  • Carenza d'Acqua: Un deficit nella disponibilità di acqua dolce in una regione, che può influenzare persone, agricoltura e industria.

  • Carenza Energetica: Situazioni in cui l'offerta di energia (elettricità, gas, petrolio) non è sufficiente a soddisfare la domanda.

Sociale e Educativo

  • Carenza di Abitazioni: Una situazione in cui non ci sono abbastanza case o appartamenti disponibili per coloro che ne hanno bisogno.

  • Carenza di Istruzione: Mancanza di accesso all'educazione o risorse educative insufficienti.

La carenza può essere temporanea o cronica e può richiedere interventi mirati per essere risolta, come investimenti in produzione, formazione professionale, miglioramenti infrastrutturali o politiche di gestione delle risorse.

Caricamenti / caricamento

Nel settore delle assicurazioni sulla vita, il termine "caricamenti" o "caricamento" si riferisce ai costi aggiuntivi che sono incorporati nei premi dell'assicurazione. Questi costi extra servono a coprire le spese amministrative della compagnia di assicurazione, i costi di acquisizione della polizza (come le commissioni di vendita e le spese di marketing), e talvolta anche i margini di profitto dell'assicuratore. I caricamenti possono essere articolati in diversi modi all'interno della struttura dei premi di una polizza di assicurazione vita:

  • Caricamenti Frontali (Front-End Loads): Questi sono costi che vengono addebitati quando si sottoscrive una nuova polizza di assicurazione sulla vita. Riducono il valore in contanti iniziale della polizza perché una porzione del primo e talvolta dei successivi premi viene utilizzata per coprire i costi di acquisizione della polizza.

  • Caricamenti Sui Premi: Una percentuale dei premi pagati dall'assicurato può essere presa come caricamento per coprire le spese amministrative e di gestione della polizza.

  • Caricamenti Annuali (Annual Loads): Questi possono essere addebitati ogni anno come una percentuale del valore in contanti della polizza o della somma assicurata, per coprire le spese amministrative correnti.

  • Caricamenti Sulla Mortalità e Spese: Questi sono costi incorporati nel calcolo della componente a rischio del premio di un'assicurazione sulla vita. Sono destinati a coprire il rischio che la compagnia assicuratrice si assume nel pagare il beneficio in caso di morte.

  • Caricamenti per Riscatto (Surrender Charges): Se l'assicurato sceglie di rescindere la polizza prima di un certo periodo di tempo definito nel contratto, potrebbero essere applicati dei costi di riscatto. Questi sono pensati per compensare l'assicuratore per le spese amministrative e di acquisizione non ancora ammortizzate.

I caricamenti sono un aspetto importante da considerare quando si confrontano le polizze di assicurazione sulla vita, poiché possono influire notevolmente sul costo totale della polizza e sul valore in contanti disponibile per l'assicurato nel corso del tempo. Gli assicurati dovrebbero esaminare attentamente la struttura dei caricamenti di una polizza e considerare come questi impattano sull'efficacia a lungo termine dell'investimento in una polizza di assicurazione sulla vita.

Carta Verde

La Carta Verde, nota anche come "Green Card", è un documento di identità che attesta la residenza permanente legale negli Stati Uniti d'America. Chi possiede la Carta Verde ha il diritto di vivere e lavorare negli USA a tempo indeterminato, godendo di molti dei diritti dei cittadini americani, ad eccezione di alcuni diritti politici (come il diritto di voto).

Certificato di assicurazione

Un certificato di assicurazione è un documento ufficiale rilasciato da una compagnia di assicurazione che attesta la copertura assicurativa di un individuo, un'azienda o un bene. Esso funge da prova che una polizza assicurativa è in vigore e fornisce informazioni chiave sulla copertura fornita.

Contenuto Tipico di un Certificato di Assicurazione

  • Dati dell'assicurato: Il nome e l'indirizzo del titolare della polizza e, se applicabile, i beneficiari aggiuntivi.

  • Tipo di copertura: Descrizione del tipo di assicurazione, come responsabilità civile, auto, proprietà, vita, ecc.

  • Periodo di validità: Le date di inizio e fine della copertura assicurativa.

  • Limiti di copertura: L'importo massimo che la compagnia di assicurazione pagherà in caso di sinistro.

  • Premio assicurativo: L'importo che l'assicurato paga per mantenere la copertura.

  • Dettagli della polizza: Il numero della polizza e altre informazioni specifiche che identificano il contratto di assicurazione.

  • Condizioni e Esclusioni: Le condizioni sotto le quali la copertura è valida e le eventuali esclusioni che limitano o escludono la copertura.

Questo documento è importante perché fornisce una sintesi ufficiale e facilmente verificabile della copertura assicurativa. In caso di sinistro o controversia legale, il certificato di assicurazione può essere utilizzato per dimostrare rapidamente che il titolare della polizza aveva una copertura adeguata al momento dell'evento.

È importante conservare il certificato di assicurazione in un luogo sicuro e facilmente accessibile e portarlo con sé quando necessario, specialmente in caso di polizze che coprono attività con rischio di incidenti frequenti, come la guida di un veicolo.

Cessazione

La cessazione in termini legali, commerciali o lavorativi si riferisce alla conclusione o alla terminazione di un'attività, di un'operazione, di un contratto, di un servizio o di un rapporto di lavoro. Questo può avvenire per varie ragioni, come il raggiungimento di una data prestabilita, il compimento di un obiettivo, una decisione volontaria delle parti, o per cause esterne come il fallimento di un'azienda. La cessazione comporta spesso l'adempimento di obblighi finali, come il pagamento di saldi, la restituzione di beni o la risoluzione di questioni in sospeso.

Classe di merito

La classe di merito è un sistema utilizzato dalle compagnie di assicurazione auto, in particolare, per valutare il rischio di sinistro di un guidatore basandosi sulla sua storia assicurativa. Questo sistema, noto anche come "bonus-malus", influenza il costo del premio assicurativo che l'assicurato deve pagare.

Come Funziona

Bonus: Se un guidatore non ha avuto incidenti per cui è stato ritenuto responsabile durante il periodo di copertura della polizza, potrebbe essere promosso a una classe di merito superiore, che di solito comporta uno sconto sul premio assicurativo.

Malus: Se un guidatore è responsabile di un incidente, potrebbe essere retrocesso a una classe di merito inferiore, risultando in un aumento del premio assicurativo.

Classi Universali

In alcuni paesi, come l'Italia, esiste un sistema di classi di merito universali (CU) che permette ai guidatori di mantenere la loro classe di merito anche quando cambiano compagnia di assicurazione. Il sistema è strutturato in modo che ogni guidatore inizi dalla classe di partenza e si muova su o giù nella scala delle classi a seconda del proprio comportamento alla guida e dei sinistri causati.

Esempio di Classi di Merito

Il numero delle classi di merito può variare da una compagnia di assicurazione all'altra. Un esempio potrebbe essere un sistema che va da 1 a 18, dove 1 rappresenta la classe di merito più alta con il premio più basso e 18 la classe più bassa con il premio più alto. Un guidatore nuovo o con una storia di sinistri inizia generalmente dalle classi inferiori e deve "guadagnarsi" una classe superiore dimostrando una guida sicura nel tempo.

Coassicurazione

La coassicurazione è un accordo nel settore assicurativo in cui due o più compagnie di assicurazione condividono la copertura di una singola polizza o rischio, suddividendo l'esposizione al rischio e le perdite potenziali tra di loro. Questa pratica è comune per rischi di grandi dimensioni o di valore elevato, dove l'esposizione potrebbe essere troppo grande per una singola compagnia.

Quando viene stipulata una polizza di coassicurazione, ogni assicuratore accetta di pagare una percentuale specifica del risarcimento in caso di sinistro, proporzionale alla percentuale di rischio che ha assunto. Ad esempio, se tre compagnie di assicurazione decidono di coassicurare un rischio e la suddivisione è del 40%, 30% e 30%, in caso di sinistro, ognuna pagherà la sua rispettiva parte del risarcimento.

I vantaggi della coassicurazione includono:

  • Minore esposizione al rischio: Le compagnie possono accettare rischi più grandi senza sovraesporre il proprio bilancio a perdite eccessive.

  • Capacità aumentata: Permette alle assicurazioni di offrire coperture per rischi che altrimenti supererebbero i loro limiti di capacità.

  • Condivisione di conoscenze: Compagnie con specializzazioni diverse possono collaborare per gestire rischi complessi.

La coassicurazione è diversa dalla riassicurazione, dove un'assicurazione trasferisce parte del rischio a un'altra compagnia in cambio di una quota del premio pagato dall'assicurato. Nella coassicurazione, invece, ogni compagnia ha un rapporto diretto con l'assicurato e agisce come co-assicuratore per una parte del rischio.

Codice assicurativo
Commissioni di gestione

Le commissioni di gestione sono costi che gli investitori pagano per la gestione professionale dei loro investimenti in fondi d'investimento, fondi pensione, fondi di fondi, gestioni patrimoniali e altri strumenti di investimento. Queste commissioni vengono utilizzate per coprire i costi operativi del fondo, inclusi i salari dei gestori del fondo, la ricerca di investimenti, l'analisi, l'amministrazione e la distribuzione.

Ecco alcuni aspetti chiave riguardanti le commissioni di gestione:

  • Calcolo: Le commissioni di gestione sono di solito calcolate come una percentuale dell'asset under management (AUM), o patrimonio gestito, su base annua. Ad esempio, una commissione di gestione dell'1% su un fondo con AUM di 100.000 euro costerebbe all'investitore 1.000 euro all'anno.

  • Frequenza dell'Addebito: Queste commissioni sono spesso addebitate mensilmente o trimestralmente e sono sottratte direttamente dal valore del fondo, riducendo il valore netto dell'investimento.